AMA / MATTEO ASCANI

Coming Soon

Facebook / Twitter / Instagram

Facebook
Twitter
Instagram

Copyright © AMA / MATTEO ASCANI | Powered by Blogger
Design by WebSuccessAgency | Blogger Theme by NewBloggerThemes.com

Pages

Sample Text

Text Widget

Powered by Blogger.

Translate

martedì 17 settembre 2013

SCC_SENIOR CITY CORTINA


Un edificio dalla forma e dai materiali essenziali, semplici, puri come la natura che lo circonda, che abbina architettura all’avanguardia, alta tecnologia e sviluppo sostenibile. Se, come ha evidenziato Adolf Loos, “la pianura richiede elementi architettonici verticali, la montagna orizzontali”, uno dei caratteri del costruire in montagna, in un ambiente che per la sua conformazione morfologica presenta molte difficoltà all’insediamento, è la definizione di un piano orizzontale o la conquista di un suolo piano, quale elemento connotativo di radicamento al luogo.
OBBIETTIVI
Obiettivo dell’intervento è quello di inserire il programma richiesto attraverso nuovi elementi spaziali, formulando un´idea nuova, contemporanea e di impatto, rimanendo vicini all’iconografia della casa ampezzana, reinterpretandone il concetto e lo scopo funzionale. Si è cercato di ottimizzare il sedime e l’orientamento degli edifici nell’ottica delle due fasi di costruzione. Senior city è in grado di comunicare un carattere identitario e contemporaneo. Il progetto che presentiamo è coerente con questi principi: si basa infatti sull’individuazione di precisi elementi morfologici, progettati alla luce di nuove tecniche, energie, risorse e capacità, e in grado di dialogare anche con la tradizione attraverso l’uso dei materiali.Non basandosi su meri criteri estetici, bensì su sicurezza, approvvigionamento energetico e idrico, smaltimento dei rifiuti e delle acque reflue, qualità abitativa, suddivisione degli spazi, capacità e comfort dei vani, l’edificio si vuole integrare in questo delicato ecosistema. Per questo abbiamo cercato di contenere il volume esterno per un minor impatto sull’ambiente.
La consequenzialità degli elementi non inficia l’autonomia, così da far nasce una sorta di struttura portante con tre “sistemi” funzionali. Così facendo i tre sistemi definiscono degli ambiti precisi di autonomia che possono servire per una eventuale attuazione per fasi del progetto, tale da permettere una chiara lettura e configurazione spaziale anche in caso di mancata costruzione complessiva dell’opera.









DESIGN TEAM:
Matteo Ascani, Carla Josefa Alagna, Einar Kajmaku, Giulia Rossi, Juan Civera Yerpes, Marielisa Smedile, Serena Terenzi.
COLLABORATORS:
Debora D'Attilio, Luigi De Filippis.
Read More

Popular Posts

Categories

Contributors

Le mie foto
studio multidisciplinare di progettazione urbana, architettonica, del paesaggio, di interni e di spazi espositivi. Lo sviluppo del progetto viene seguito direttamente in tutte le sue fasi, dallo schizzo, al controllo e supervisione in cantiere, attraverso una intensa ricerca pratica e teorica delle linee guida del progetto, con metodi rigorosi di sviluppo di analisi e di esecuzione con attenzione alla sostenibilità ambientale e bio-architettonica.

Followers

Blogroll

Blog Archive

Recent Posts

2006 2008 2009 2010 2011 2012 2013 abitazioni | housing architetture pubbliche | public architecture concorsi | competitions disegno prodotto | product design installazioni | installations paesaggio | landscape progettazione urbana | urban design

Text Widget

Blogger news

Find us on Google Plus